0121. 842.664 |info@rifugioselleries.it

Poesie

Poesia su un autocarro diretto al Fronte Russo, 1942 – John Littell

 

Scendeva la sera.
Una spessa brina ricopriva tutto:
i rami contorti degli alberi, i fili e i pali delle recinzioni,
l’erba fitta, la terra dei campi quasi nudi.
Era una specie di mondo di orribili forme bianche, angoscianti, fantastiche,
un universo cristallino da cui la vita sembrava bandita.
Guardai le montagne:
l’ampia muraglia azzurra sbarrava l’orizzonte,
custode […]

Salviamo il Drago – Reinhold Messner

 

Calza gli scarponi e parti.
Se hai un compagno,
porta con te la corda
ed un paio di chiodi,
ma nulla di più.

Io sono già in cammino,
preparato a tutto,
anche a tornare indietro.
Nel caso mi incontri con l’impossibile.

Salviamo il Drago,
e in avvenire proseguiamo sulla via
indicataci dagli uomini del passato
Io sono convinto
che sia ancora quella […]

Il Minatore di Frontale – Davide Van de Sfroos

 

Non ho incontrato gente, ma solo fari accesi
non crescon girasoli qui dove il mondo è spento.
Son nato su a Frontale, in alta Val Tellina
son sceso da ragazzo, in tasca la montagna.
Ed ho imparato i segni e i sogni della roccia
ci ho mescolato i miei… l’ho frantumata tutta…

Ho visto i […]

Nell’Himalaia Indiana – Tiziano Terzani

 

Mi piace essere in un corpo che ormai invecchia.
Posso guardare le montagne senza il desiderio di scalarle.
Quand’ero giovane le avrei volute conquistare.
Ora posso lasciarmi conquistare da loro.
Le montagne, come il mare, ricordano una misura di grandezza
dalla quale l’uomo si sente ispirato, sollevato.
Quella stessa grandezza è anche in ognuno di […]

Riflessioni – Otto Rahn

(…) da sempre poeti e sacerdoti
hanno amato le montagne,
le cui cime si slanciano verso il cielo
e le cui grotte si perdono nella notte eterna della terra.
È sulle montagne che ci si trova più vicini a Dio.
Lassù spontaneamente, si canta e si prega.

In tutti i grandi miti, la divinizzazione dell’Eroe
si […]